string(19) "text-title-subtitle"

Sri Lanka | Per tutta la famiglia

17 giorni | Da USD 1.055,-

string(10) "text-title"

Informazioni pratiche

string(15) "text-title-text"

Elemosina e regali

A chi desidera portare dei pensieri ai bambini dello Sri Lanka consigliamo: penne, matite colorate, quaderni, palloncini, mollette per capelli, ecc., da consegnare alla scuola, all’ospedale o durante la visita di un’abitazione/una capanna locale. Potete chiedere all’autista di fermarsi a una scuola o un orfanotrofio. L’orfanotrofio è in genere il luogo che ha maggior bisogno di articoli per la scuola e di una donazione di denaro.
Durante il vostro viaggio nello Sri Lanka potrete purtroppo anche incontrare dei mendicanti. Sta a voi decidere di dare un’elemosina o meno, ricordatevi però che, di norma, gli uomini giovani e sani trovano facilmente un lavoro retribuito. Per le donne anziane la situazione cambia. Un handicap può rappresentare un valido motivo per dare un obolo a qualcuno. Attenzione, non tutte le menomazioni sono nate per caso! Sconsigliamo fortemente di dare elemosine ai bambini, che dovrebbero trascorrere il giorno sui banchi di scuola.
I Bhikku, i monaci buddisti, invece, dipendono totalmente dalle elemosine. Il termine Bikkhu significa letteralmente "mendicante" o "monaco mendicante". Durante il loro giro quotidiano ricevono cibo da parte degli abitanti locali, in cambio di un buon karma.

Elettricità

In genere la corrente elettrica è 230 V. Le prese sono simili a quelle europee, con tre buchi rotondi anche se a volte sono un po’ più grosse di quelle italiane, oppure di tipo inglese con lamelle piatte. E' consigliabile portare un adattatore.

Festival

Ogni giorno di luna piena i buddhisti celebrano i giorni di poya, che cadono ogni mese in un momento diverso, a seconda della posizione della luna. I poya segnano un episodio della vita di Buddha o di un evento importante nella storia del buddhismo. Durante i giorni di poya i buddhisti devoti fanno visita al tempio, gli uffici e molti negozi rimangono chiusi e la maggior parte degli alberghi non serve alcool. Sri Lanka - Kataragama pujaBen noto è per esempio il Duruthu Poya nel mese di gennaio in onore della prima visita di Buddha allo Sri Lanka. Il Wesak Poya nel mese di maggio celebra la nascita e l'illuminazione del Buddha. Nella maggior parte dei giorni di poya i grandi templi organizzano delle processioni, chiamate perahere. Tuttavia, il festival più spettacolare è Esala Perahera a Kandy che si svolge nell'arco di 10 giorni durante il plenilunio del mese di “Esala” che cade abitualmente tra luglio ed agosto. Ci sono cortei e processioni scintillanti, che sfilano per le vie di Kandy. Danzatori che ballano al ritmo di tamburi, giocolieri con le torce, musicisti ed elefanti riccamente decorati accompagnano l’elefante reale, che porta sul dorso una replica del dente sacro di Buddha. Altri Esala Perahera vengono tenuti in Bellanvila, un sobborgo di Colombo e Chilaw.

Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza delle date in merito. 
string(19) "text-text-3-columns"
Data in 2018
1 gennaio
1 gennaio
14 gennaio
31 gennaio
4 febbraio
13 febbraio
1 marzo
2 marzo
30 marzo
31 marzo
13 - 14 aprile
29 – 30 aprile
1 maggio
22 maggio
15 giugno
27 giugno
18-28 luglio
27 luglio
22 agosto
25 agosto
24 settembre
24 ottobre
6 novembre
20 noveembre
22 noveembre
22 dicembre
25 dicembre 
Giorni festivi & festival
Capodanno
Duruthu Poya
Tamil Thai Pongal (induista)
Navam Poya
Giorno dell'Indipendenza
Mahashivratri
Madin Poya
Holi
Venerdì Santo (cattolico/protestante)
Bak Full Poya
Capodanno cingalese e tamil
Vesak Poya
Festa del Lavoro
Giornata degli Eroi
Id-Ul-Fitr (musulmano)
Poson Poya
Kandy Esala Perahera
Esala Poya
Id-Ul-Alha
Nikini Poya
Binara Poya
Vap Poya
Deepavali: La festa delle luci
Milad-Un-Nabi
Full Moon Poya
Unduwap Poya
Natale (cattolica / protestante) 
string(15) "text-title-text"

Mance

Nello Sri Lanka le mance sono un’usanza e spesso vanno ad integrare gli stipendi bassi. Il personale degli hotel si aspetta di ricevere un piccolo extra: le cameriere 100 LKR circa al giorno, i portatori dai 50 ai 100 LKR. In genere, nei ristoranti si aggiunge il 10% del totale al conto per il servizio ma purtroppo gran parte di questa somma non è destinato al personale di servizio. Se siete rimasti molto contenti del servizio, potete sempre dare un piccolo extra direttamente al cameriere. 

A volte le persone prevedono di ricevere una piccola mancia quando le fotografate, ad esempio i raccoglitori di tè a Nuwara Eliya. Anche i mahout (gli addetti alla cura degli elefanti) nell’orfanotrofio degli elefanti di Pinnawela si aspettano di ricevere una mancia quando date il biberon ai cuccioli di elefante. Durante i safari, è buona usanza dare una mancia di LKR 1500 circa a ciascun autista e a ciascun “tracker” (guida locale). I tassisti e i guidatori dei risciò nella città (quindi non il vostro autista personale) non pretendono nessuna mancia, tranne nel caso in cui hanno difficoltà a portarvi alla vostra destinazione.

E’ buona prassi dare una mancia all’autista privato alla conclusione del viaggio; non è obbligatorio ma l’autista se l’aspetta. Sta a voi stabilire l’importo in base al vostro gradimento. Una somma sui LKR 1500 al giorno è una buona indicazione. Tutto dipende anche dalla durata del viaggio e dal numero di persone che compone il gruppo. Se viaggiate in 4 o più persone, suggeriamo una somma sui LKR 2000 al giorno. 

Fotografia

Lo Sri Lanka è un vero paradiso per i fotografi (amatoriali) e non farete fatica a riempire una scheda di memoria al giorno. Nel fotografare le persone conviene essere gentili ed educati ma, soprattutto, consigliamo di dimostrare interesse nelle persone che fotografate. Può capitare che vi chiederanno una piccola mancia. Alcune minoranze etniche, non vogliono essere fotografate, occorre rispettarlo. 

In caso di cerimonie e preghiere e nel caso usiate il flash, è bene agire con cautela e chiedere prima se è permesso scattare foto e/o usare il flash.

Negli aeroporti, nei siti e nelle zone militari, in alcuni templi ecc. può essere vietato fotografare. Portatevi abbastanza schede di memoria ed eventualmente anche una batteria in più.

Moneta

La rupia dello Sri Lanka (LKR) è la valuta in corso, 1 rupia è suddivisa in 100 centesimi. 100 LKR è pari a circa € 0,55 (novembre 2017). La valuta circola in monete da 25 e da 50 cents e da 1, 2 e 5 rupie. Le banconote hanno tagli da 10, 20, 50, 100, 200, 500, 1000 e 2000 rupie. 
 
Poiché è vietata sia l'esportazione che l'importazione di più di 1000 Rs, non vale la pena acquistare delle Rupie dello Sri Lanka in Europa. E' possibile cambiare gli Euro e i Dollari all'arrivo in aeroporto. Poiché il tasso di cambio non è dei migliori, consigliamo di prelevare al bancomat, disponibile in varie località dell'aeroporto.

Praticamente in tutte le città potete comodamente prelevare contanti (in rupie) presso gli “ATM” (Automated Teller Machine = bancomat) che espongono i loghi Maestro o Cirrus. Tra le banche più sicure e diffuse: Commercial Bank, Sampath Bank e Seylan Bank.
La maggior parte delle banche è aperta da lunedì a venerdì dalle 09:00 alle 15:00. Durante i giorni di Poya e le altre feste le banche sono chiuse. Consigliamo di portarvi, oltre al bancomat, anche dei contanti (Euro) e la carta di credito. Per prelevare allo sportello automatico con la carta di credito serve il codice PIN.

Salute

È importante informarsi con largo anticipo (2 mesi circa prima della partenza) sulle vaccinazioni necessarie; rivolgetevi all’ASL o al vostro medico di fiducia.
Per viaggiare in India si consigliano le seguenti vaccinazioni: DTP (difterite, tetano e pertosse), la polio, il tifo (in genere per viaggi che superano una durata di 15 giorni) ed epatite A. Il vaccino anti febbre gialla è obbligatorio solo se provenite da una zona colpita dalla febbre gialla. 

Nello Sri Lanka non si è verificato nessun caso di malaria fin dal 2011.
Specie nelle aree urbane, oltre alla malaria, è diffusa anche la febbre Dengue, trasmessa da zanzare che vivono di giorno. Non esiste nessun vaccino, l’unico rimedio è evitare di essere. E’ importante proteggersi bene dalle punture di zanzare. La sera è consigliabile indossare un abbigliamento di colore chiaro che copra il più possibile le braccia e le gambe, utilizzare repellenti antizanzare che contengano DEET e possibilmente una zanzariera da letto, il ventilatore o l’aria condizionata. 

È importante osservare una buona igiene di base. Molte zone in Sri Lanka sono tropicali e purtroppo gli agenti patogeni prosperano in un clima umido e caldo. Pertanto raccomandiamo di lavarsi le mani con sapone prima di ogni pasto, dopo ogni visita ai servizi sanitari e dopo essersi soffiato il naso. Se non riuscite a lavarvi le mani, potete usare il gel disinfettante. Se vi capita di avere piccole ferite o punture da insetto infettate, è bene disinfettarle appena possibile. 

Purtroppo, vi può succedere di essere colpiti dalla diarrea durante il viaggio in Sri Lanka. Il più delle volte le cause scatenanti sono il cambio climatico e dietetico e la stanchezza, ma anche le condizioni meno igieniche. Occorre stare attenti a non consumare carne cruda o poco cotta, pesce crudo o crostacei. Lo stesso vale per latte e latticini crudi. È consigliabile sbucciare la propria frutta e non consumare gelati non confezionati. Anche i cubetti di ghiaccio, i succhi di frutta mischiati ad acqua e le insalate possono essere fattori di rischio.
È importante consumare acqua solo da bottiglie sigillate, disponibili ovunque in Sri Lanka. Potete anche depurare l’acqua mediante un filtro o sostanze chimiche come lo iodio e il cloro.

In caso di diarrea è importante bere molta acqua (meglio evitare bevande zuccherate). Usate una soluzione di reidratazione orale (SRO) contro la disidratazione. È sconsigliabile usare subito dei farmaci, come ad esempio loperamide, che hanno un effetto bloccante per cui l’agente patogeno rimane nell’organismo. L’uso di questi farmaci è utile quando dovete viaggiare ma va limitato a un massimo di 2 giorni.

Occorre proteggersi bene dal forte sole; usate una crema solare con un alto fattore di protezione e copritevi il capo con un cappello o un berretto. Quando fa caldo è importante bere molto, preferibilmente acqua in abbondanza, e comunque evitare bevande alcoliche, dato che l’alcol disidrata il corpo.

Pur avendo redatto con massima cura le informazioni riportate sopra non vantiamo un background medico. Pertanto consigliamo di contattare con largo anticipo un’istituzione sanitaria atta a divulgare informazioni a chi viaggia nei Tropici e di aggiornarsi sulla situazione attuale. 

Abbigliamento

L’abbigliamento più idoneo da mettere in valigia: abiti da tempo libero comodi e leggeri. I tessuti naturali, specie il cotone e il lino, sono ottimi da indossare in questo clima. Lo Sri Lanka è un’isola tropicale e il sole può essere molto forte, per cui non bisogna dimenticare di portarsi un paio di occhiali da sole buoni e un cappello o berretto. Per proteggervi dalle zanzare è consigliabile portarsi anche un’ampia camicia o una T-shirt a manica lunga.
Se intendete andare in montagna, dovreste anche mettere in valigia dei vestiti più caldi. Soprattutto ad altitudini superiori ai 2.000 metri le temperature possono scendere considerevolmente e vi serviranno un maglione in pile e una giacca pesante a vento (traspirante)! 

Durante il monsone (nel Sud Est: da maggio a settembre compreso, nel Nord Est: da novembre a fine febbraio) l’ombrello è un accessorio indispensabile!
Inoltre vi serviranno un paio di buone scarpe da passeggio e le ciabatte.
Visto che il vostro viaggio include frequenti visite a monumenti religiosi, è importante vestirsi correttamente: le donne non dovrebbero indossare canotte aderenti o top succinti né pantaloncini e gonne corte. Sono accettati i pantaloni che coprono il ginocchio.
Adattando il vostro abbigliamento alle regole generali del Paese che vi ospita mostrate rispetto per gli abitanti locali!

Pasti

La cucina dello Sri Lanka ha molte influenze, soprattutto quella dell’India, ma anche araba ed europea. Il riso è l'alimento base della cucina dello Sri Lanka. I Sri Lankesi fanno colazione col riso e anche con "hopper", un tipo di frittella fatta di farina di riso. Gli "hopper" vengono serviti con uova o miele. 

Il piatto locale è "Rice and Curry" (riso e curry). Il curry non ha nulla a che fare con la spezia gialla come la conosciamo in Italia. Nella lingua locale, curry significa "salsa" . Il riso è servito con un assortimento di piccoli piatti speziati a base di verdure, carne o pesce, e con contorni come sambol e chutney.

Data la sua posizione nell'Oceano Indiano, l'approvvigionamento di pesce e frutti di mare è molto grande. Aragoste, gamberetti, granchi, tonni sono offerti in abbondanza e hanno un sapore delizioso.

Lo Sri Lanka vanta una grande varietà di frutta fresca: noci di cocco, banane, papaya, mango e ananas. In genere, per colazione vi viene servito un piatto di frutta fresca, un ottimo modo per cominciare la giornata! Lungo la strada potete chiedere al vostro autista/guida di fermarsi presso un baracchino di frutta per assaggiare una noce di cocco fresca. 

A causa del dominio secolare britannico, i dolci sono per lo più inglesi. Il pasto si conclude con plumcake, budini, torte e naturalmente la frutta. Un altro dolce molto diffuso è il curd, un tipo di yogurt di latte di bufala, servito con kitul (sciroppo ottenuto dalla palma) o miele.
Molti alberghi / ristoranti hanno il buffet con una moltitudine di piatti da scegliere. Spesso questi piatti hanno un tocco occidentale ma troverete sempre il riso e curry. 
 
Si sconsiglia bere acqua dal rubinetto e di conseguenza bevande con ghiaccio. L'acqua minerale è reperibile praticamente ovunque, assicuratevi che la bottiglia sia chiusa bene, che il tappo sia sigillato con la dentellatura. Per non inquinare si potrebbe anche purificare l’acqua. La sterilizzazione chimica è il metodo più economico.

Elefanti

Una volta l’escursione a dorso d’elefante era uno dei momenti culminanti per molti viaggiatori nello Sri Lanka. Per fortuna sempre più turisti sono consapevoli della vita di torture subita dagli animali. Questo “divertimento” è preceduto da un vero e proprio scempio. I cuccioli sono tolti alla famiglia (selvatica); questa pratica coinvolge la morte di alcuni elefanti adulti che tentano di proteggere il cucciolo. Dopo essere stato tolto alla madre, il cucciolo viene torturato per giorni interi per frantumare il suo spirito e per imporre la totale ubbidienza. 

Malgrado sia capace di tirare pesi fino ai 1.000 kg, le sue vertebre dorsali non sono idonee a reggere uno o più turisti. Per l’elefante è doloroso e dannoso. Inoltre molti elefanti sono incatenati, un’esistenza miserabile per questi animali sociali abituati ad attraversare la natura in mandria!

Opuscolo informativo per viaggiare in Sri Lanka

Dopo la prenotazione riceverete il nostro opuscolo "informazioni generali – Sri Lanka" con tutte le informazioni utili per la preparazione del viaggio e durante il viaggio in Sri Lanka. Alcuni argomenti in questo opuscolo sono: il bagaglio, la mancia, la moneta, la salute, cosa portare, passaporto ecc....

Telefono & internet

Ad eccezione di alcune aree naturali, in quasi tutto lo Sri Lanka la rete telefonica mobile funziona bene. Le soluzioni e le tariffe esatte dipendono dal vostro abbonamento e dall’apparecchio. Prima della partenza è bene informarsi presso il gestore sulle varie soluzioni e tariffe applicabili sulle chiamate mobili dallo Sri Lanka. Il prefisso internazionale dello Lanka è +94; quello dell’Italia +39.

Internet nello Sri Lanka

Se disponete di un cellulare senza sim lock, è conveniente acquistare sul luogo una carta sim prepagata. Una carta da 2 gigabyte è sufficiente per il consumo quotidiano di internet, whatsapp ed eventuali telefonate tramite whatsapp. Le carte sim sono in vendita presso i negozi di telefonia di Dialog, Mobitel, Etisalat, Hutch e Airtel. Chiedete al venditore di installare la carta sim nel vostro telefono.
La maggior parte degli hotel e molti ristoranti hanno Wi-Fi. Installate Skype, Whatsapp o FaceTime sul vostro smartphone, laptop o tablet prima della partenza. In alternativa, potete sempre recarvi a un internet cafe per usare Skype. Pagherete la tariffa per l’uso di internet.

Clima / miglior periodo per un viaggio in Sri Lanka

Lo Sri Lanka si trova vicino all'equatore e ha un clima tropicale caldo e umido. La temperatura media nelle zone costiere si aggira intorno ai 28⁰C. tutto l'anno. In montagna fa più fresco, soprattutto oltre i 1500 metri come a Nuwara Eliya.

Il Paese conosce due monsoni:
il monsone Yala, che porta pioggia nel sud-ovest da maggio ad agosto,
il monsone Maha, che porta pioggia nel nord-est da ottobre a gennaio.

Il periodo migliore per trascorrere le vacanze nella parte orientale e sulla costa sud dello Sri Lanka va da dicembre ad aprile. Per la costa orientale, invece, l'intervallo tra aprile e settembre è considerato il più adatto. (vedi anche: informazioni generali / il clima in Sri Lanka).

Per ogni viaggio e per ogni regione suggeriamo il periodo migliore per la visita, in modo che possiate decidere con giudizio le vostre date di viaggio. 

Lingue

In Sri Lanka ci sono 2 lingue ufficiali, il cingalese e il tamil. Il 70 percento circa della popolazione parla il cingalese. Il tamil, molto simile a quello dell'India del Sud, è la lingua parlata dal 20 percento dalla popolazione. L'inglese è ampiamente diffuso, soprattutto nei principali centri urbani.

Passaporto / visto

Per i cittadini italiani è necessario il passaporto in corso di validità, con scadenza non inferiore ai 6 mesi rispetto alla data di rientro in Italia ed in regola con la marca da bollo annuale Italiana. I viaggiatori italiani e tutti i visitatori stranieri devono essere muniti di visto per entrare nello Sri Lanka. A partire dal 1 gennaio 2012 coloro che intendano visitare lo Sri Lanka devono preventivamente acquisire il visto di ingresso “ETA - Electronic Travel Authorization”, al costo minimo di 35 dollari americani, che da’ diritto all'ingresso nel Paese fino a 30 giorni. L’ETA può essere richiesto online, sul sito www.eta.gov.lk

Anche i bambini di età inferiore ai 12 anni devono fare richiesta dell’ETA ma non pagano il costo. In quasi tutti i casi entro 24 - 48 ore dal pagamento ricevete il benestare, che dovrete stampare e portarvi in viaggio. E’ anche possibile acquistare il visto all’arrivo all’aeroporto di Colombo, i costi ammontano a USD 40 a persona. 

Fuso orario

3 ore e mezzo in più rispetto all’Italia - durante la nostra ora legale.
Quando in Italia è mezzogiorno in Sri Lanka sono le 15.
4 ore e mezza in più rispetto all’Italia - durante il periodo dell’ora solare.
Quando in Italia è mezzogiorno in Sri Lanka sono le 16.

Sicurezza in Sri Lanka

Gli abitanti dello Sri Lanka sono generalmente molto ospitali e gentili. Ciononostante, come vale per ogni Paese, è bene tenere d’occhio gli oggetti di valore. Vi sconsigliamo di indossare gioielli e orologi importanti e di mettere in mostra oggetti costosi. Non perdete mai di vista lo zaino e la borsa. E’ meglio custodire gli oggetti di valore, come i passaporti e le carte di credito, in un marsupio o una cintura porta denaro. 

A Colombo è consigliabile non girare a piedi di notte, meglio spostarvi in taxi. Nel 2009 si è ufficialmente concluso il conflitto trentennale tra il governo dello Sri Lanka e le Tigri Tamil, dopodiché la sicurezza è considerevolmente aumentata. Oggi, i viaggi nel Nord e nell’Est sono molto comuni. Per gli aggiornamenti sulle informazioni di viaggio riferiamo al sito del Ministero degli Affari Esteri www.esteri.it

Trasporto

Automobile con autista privato
Nello Sri Lanka viaggiate praticamente sempre in auto o in mini bus privato con autista. Il grande vantaggio è che vi potete fermare quando e dove volete. Poiché lo Sri Lanka è un'isola compatta, le distanze sono piuttosto brevi. Le strade sono generalmente in buone condizioni e fuori Colombo sono poco trafficate. 

Il vostro autista parla italiano ed è anche la vostra guida. Vi accompagna spesso mentre visitate i monumenti ecc.. (anche se non è tenuto a venire dappertutto con voi, per esempio a salire le centinaia di scale a Sigiryia). L’autista conosce lo Sri Lanka molto bene e sa cosa c'è da vedere e da fare. Soprattutto dopo uno o due giorni, quando l'autista conosce i vostro interessi, vi farà notare i punti più importanti ed affascinanti lungo il percorso e vi potrà dare spiegazioni. In più, conosce i ristoranti dove i turisti occidentali possono mangiare tranquillamente. Trattate l’autista/guida come un vostro compagno di viaggio temporaneo!

In linea di massima la macchina è a vostra disposizione per un massimo di 8 ore al giorno. Il noleggio della macchina include il carburante, l’assicurazione, tasse, pedaggi, alloggi e pasti per l’autista/guida.

Sono disponibili diversi tipi di auto, a seconda del numero di passeggeri, bagagli, ma anche in base alle vostre preferenze! Come standard utilizziamo, per 2 o 3 persone, la Toyota Carolla, la Toyota Axio o equivalente.

Per gruppi di 4-9 persone utilizziamo il mini-bus, per esempio la Toyota Hiace o equivalente.

Per gruppi superiori a 10 persone riserviamo un (mini) pullman, tipo Toyota Coaster Bus.

Treno
La rete ferroviaria dello Sri Lanka risale al periodo coloniale, è stata costruita dagli inglesi nel XIX secolo e da allora non è cambiata molto.

Si tratta di un modo autentico e piacevole per attraversare i paesaggi splendidi degli altopiani centrali.

Il più delle volte i treni sono in ritardo e non bisogna aspettarsi nulla di lussuoso, ma è un'occasione ideale per entrare in contatto con la gente locale.

Tuk Tuk
Il tuk-tuk è un pittoresco taxi a tre ruote, chiamato anche autorisciò. L’origine del nome deriva dal rumore del motore da motociclista generalmente a due tempi. Il risciò, mezzo di trasporto molto diffuso in tutto il sud-est asiatico, è onnipresente anche nello Sri Lanka. Fare un giro in tuk tuk è una bella esperienza, i tuk tuk si muovono agilmente e velocemente nel traffico.

Qualche consiglio
  • Mettetevi d’accordo sulla tariffa prima di salire (contrattate sul prezzo!),
  • l'autista del tuk tuk a volte cerca di portarvi nei negozi per le commissioni, mettetevi d'accordo chiaramente dove volete andare e dove NON volete andare, 
  • il tuk tuk è divertente per le piccole distanze e per percorrere tragitti dove non circolino troppi autobus con i loro gas di scarico neri, 
  • In una grande città come Colombo può capitare che l'autista del tuk tuk non riesca a trovare l'indirizzo della vostra destinazione e che segua una direzione qualsiasi, cercate di stare attenti (per quanto è possibile) che l'autista non stia guidando a vuoto.
Voli domestici
Da alcuni anni sempre più voli nazionali sono operati dai cosiddetti "taxi dell'aria", che sono piccoli aerei, con voli da Colombo per varie destinazioni sull'isola. Ciò consente di arrivare in 50 minuti da Colombo a Trincomalee sulla costa orientale, mentre in auto il tempo di trasferimento supera le 8 ore.